Mutuo Tasso Fisso

I mutui a tasso fisso prevedono un tasso d’interesse che, concordato all’inizio con la banca, rimane costante per tutta la durata del mutuo, indipendentemente dall’andamento mensile dei tassi di interesse.

Mentre con un mutuo a tasso variabile il cliente può ritrovarsi a pagare rate di importo superiore o minore a quello iniziale (esistono anche mutui a tasso variabile con rata fissa, ma in questo caso a variare è la durata del mutuo), con il tasso fisso ci si tutela da questo rischio, pur pagando un tasso di interesse che, almeno inizialmente, risulta superiore a quello variabile.

Il tasso fisso è calcolato dalla banca che emette il mutuo come somma tra il tasso EURIRS (o IRS) più uno spread, in genere tra l’1 e il 2%, che costituisce il guadagno della banca.

In genere, il mutuo a tasso fisso è consigliato ai clienti che hanno una bassa propensione al rischio e vogliono conoscere con precisione e certezza già dall’inizio l’ammontare complessivo del debito ed il suo piano di ammortamento. I clienti più esperti scelgono il mutuo a tasso fisso anche quando prevedono un aumento dell’inflazione e del costo del denaro.

Il tasso d’interesse non è in genere negoziabile, anche se ovviamente è sempre possibile scegliere fra le varie offerte del mercato, che di solito non si discostano comunque molto tra di loro.

Eurirs

Di seguito i tassi EURIRS aggiornati.

Utilizza il nostro strumento per calcolare la rata del mutuo a tasso fisso oppure inserisci i dati nel modulo qui sotto per effettuare un confronto tra le offerte delle principali banche.